Le fasi dell'abbinamento

 

L'abbinamento si compone di una serie di fasi che coinvolgono soggetti diversi dei Paesi coinvolti nel percorso adottivo di un bambino e che ha come obiettivo finale di valutare la soluzione migliore di accoglienza famigliare per un bambino, di proporla per giungere all'accettazione della stessa da parte della coppia.

 

La prima fase dell'abbinamento inizia nel paese d'origine nel momento in cui si compie la valutazione sull'esigenze del minore per individuare la situazione di accoglienza migliore confrontando le informazioni contenute nel fascicolo del minore, con quelle della coppia.

 

La seconda fase dell'abbinamento inizia nel momento in cui l'abbinamento è comunicato allo Stato Estero e nel caso specifico agli Enti Autorizzati.

 

La terza fase comprende la comunicazione dell' Ente Autorizzato alla coppia della proposta di abbinamento. La coppia è chiamata a valutare attentamente ed in modo dettagliato la proposta in modo da compiere una valutazione consapevole rispetto a tutte le informazioni presentate sul bambino. Questo è un momento delicato poiché si attiva il reale confronto tra le aspettative e la realtà che a volte può essere molto diversa da quella prevista e auspicata.

 

La quarta fase si conclude l'accettazione della proposta di abbinamento da parte della coppia che darà seguito a tutte le pratiche legali e amministrative per dar luogo all'adozione. Queste sono diverse da paese a paese in relazione a come viene definito lo stato di adozione di un minore. In alcuni casi i tempi di questa fase possono essere molto lunghi e a volte possono arrivare anche ad un anno prima che sia possibile l'incontro e l'adozione del minore.

 

© Tutti i diritti sono riservati, come da legge sul Diritto d'Autore n. 518 del 1992 e successive modifiche. 

E' UN LIBRO PER..

1) prepararsi all'incontro con il bambino

2) comprendere le peculiarità della genitorialità adottiva

3) conoscere le tappe per raccontare l'adozione

4) scegliere le parole adatte per parlare dei genitori biologici e adottivi

5) comprendere il comportamento del bambino  anche nelle situazioni più complesse  di rabbia, silenzio, aggressività o opposizione.