SCUOLA  E ADOZIONE

IL LIBRO: UN AIUTO A SCUOLA PER RACCONTARE L'ADOZIONE E PARLARE DI FAMIGLIA 

 

E' fondamentale progettare con la scuola, l'insegnante e il gruppo dei bambini  il momento del Benvenuto. E' un'attività educativa  che ha l'obiettivo di preparare e facilitare l'inserimento a scuola e nel gruppo classe.  

Attraverso la lettura del Libro della nostra adozione i bambini conoscono la realtà dell'adozione e i diversi modi di essere famiglia. Insieme poi preparano un regalo da consegnare al nuovo compagno. 

Un modo per lavorare per l'inclusione  nel gruppo e facilitare le relazioni di accoglienza e di sostegno. 

Al termine del libro sono contenute le Guide per i genitori e gli insegnanti. 

 L'INSERIMENTO A SCUOLA 

 

L'inserimento a scuola è uno dei primi compiti della famiglia adottiva propio in funzione del fatto che     l'età media al momento dell'adozione  di un bambino  è intorno ai sei  anni  età che coincide con l'inserimento scolastico.   La famiglia sin dai primi momenti di vita insieme si trova immediatamente a confrontarsi con la scelta  scolastica: quale scuola, quale tempo scuola,   quale percorso di inserimento. Prima di affrontare questi aspetti è importante conoscere quali sono  le tutele del bambino nell'inserimento a scuola. In particolare le Linee guida degli alunni adottati a scuola e la Circolare ministeriale 8/2013 sono strumenti utili per il confronto con la scuola e la progettazione di un inserimento calibrato sulle esigenze del bambino. 

L'inserimento a scuola è un momento importante per il bambino e la famiglia perché rappresenta il primo ingresso nella comunità dei pari e il confronto con i compiti di apprendimento. Inoltre  è un cambiamento significativo nelle routine del bambino. E' importante quindi programmare l'inserimento con la scuola e stabilire una collaborazione proficua con le insegnanti in modo da rendere questo momento un'opportunità di benessere per il bambino e, di conseguenza, per la famiglia e per il gruppo classe. 

In molti casi la scuola non è preparata all'accoglienza di un bambino che ha vissuto l'accoglienza: in particolare tende a  paragonare  il percorso di sviluppo e i compiti evolutivi che affronta  a quelli dei coetanei che non hanno vissuto il cambio di famiglia.  Il bambino adottato, invece, ha un percorso di sviluppo che attraversa i temi della separazione e perdita e per questo richiede maggiori attenzioni psicologiche e pedagogiche.

La scuola deve essere un'opportunità di benessere per tutti i bambini. 

© Tutti i diritti sono riservati, come da legge sul Diritto d'Autore n. 518 del 1992 e successive modifiche.

SOSTITUIAMO  L'ATTIVITA' DELL'ALBERO GENEALOGICO CON L'ALBERO DEGLI AFFETTI

LEGGI COME 

RACCONTIAMO IL PRIMO ANNO INSIEME CON IL DIARIO DELL'ADOZIONE